Ubuntu a 360°, Le migliori applicazioni per sfruttarlo al meglio (parte II)

ottobre 11, 2008

Finalmente sono riuscito a completare questo articolo e a trovare un pò di tempo.

 

Questo articolo è stato trasferito nel nuovo sito

http://www.appunti-liberi.it/?p=72


Ubuntu Virtualizzato installare VBoxGuestAdditions, Guida e Video Guida

settembre 29, 2008

Il grande emulatore VirtualBox viene fornito con dei driver aggiuntivi denominati VBoxGuestAdditions, questi driver ci consentono di attivare nuove funzionalità tra cui la possibilità di aumentare la risoluzione del nostro Ubuntu virtualizzato.

Propongo, dunquer, ggi quest’altra video guida affinchè si possa godere appieno delle funzionalità del nostro VirtualBox.

Se siete arrivati qui significa che VirtualBox già lo avete installato e, molto probabilmente, avrete già installato anche Ubuntu quindi tralascio di scrivere tutte le procedure precedenti e che ci consentono di arrivare a questo punto.

Installare VBoxGuestAdditions

La video guida è molto esaustiva e non ha bisogno di parole. Unica info preliminare è quella che dovete scaricara VBoxGuestAdditions e salvarlo da qualche parte, magari nela vostra home.

Per una Guida testuale vi consiglio questa serie di articoli che trattano in modo molto approfondito l’argomento, trattano dell’installazione di Ubuntu su VirtualBox installato su Windows Vista, il procedimento è identico anche da XP:

VirtualBox 1: creare un computer virtuale

VirtualBox 2: configurare il computer virtuale

Virtualbox 3: installazione di Ubuntu su Vista

VirtualBox 4: installare i driver VBoxGuestAdditions

Virtualbox 5: condividere file fra Linux e Vista


Aggiungere Repository Ubuntu, Medibuntu, Guida e Video Guida

settembre 29, 2008

Abbiamo visto come sia stato semplice installare Ubuntu (puoi vedere la prima video guida qui, molto più semplice che installare Windows Xp, adesso vediamo come sistemare il nostro nuovo Sistema operativo in modo da avere i repository giusti che ci permetteranno di scaricare e installare con semplicità tutto il necessario per godere appieno delle funzionalità Ubuntu.

Abilitare repository preconfigurati

Apriamo Synaptic–>Impostazioni–>Archivio Pacchetti

Come si può notare sono presenti 5 schede. Nella prima cioè “Software per Ubuntu” spuntiamo le caselle delle prime 4 righe e lasciamo non spuntata la voce relativa al Cd di ubuntu. Per maggiore chiarezza vedi immagine sotto o video guida a fondo articolo.

Dopo aver fatto ciò ci sposteremo nella seconda scheda “Software di terze parti” e abiliteremo tutte le voci presenti.

Aggiungere repository
Adesso per rendere la nostra ubuntu iper-multimediale procederemo all’aggiunta dei repository medibuntu. ottimi per poter installare velocemente codec e molti applicativi multimediali. Il procedimento è valido per tutti gli altri repository che troverete e vorrete usare. Quindi l’aggiunta di questo repository è solo d’esempio.
Sempre dalla scheda “Softaware di terze parti” cliccate su “Aggiungi” e alla voce riga apt scriviamo:

deb http://packages.medibuntu.org/ hardy free non-free

Non appena chiuderemo la finestra riceveremo l’avviso che gli archivi sono cambiati, prendiamone visione, chiudiamo anche questa finestra e poi clicchiamo su “Ricarica” in modo da aggiornare la lista dei pacchetti. Alla fine della lettura dei nuovi repository riceveremo un altro errore ma niente paura, l’errore uscirà perchè manca la chiave di autenticazione e quindi installiamola.
Il pacchetto da installare è medibuntu-keyring per installarlo basterà cercarlo da synaptic come un qualunque programma.

Metodo da terminale

Aprite un terminale e date:

Ubuntu 8.10 “Intrepid Ibex”:

sudo wget http://www.medibuntu.org/sources.list.d/intrepid.list -O /etc/apt/sources.list.d/medibuntu.list

sudo apt-get update && sudo apt-get install medibuntu-keyring && sudo apt-get update

Ubuntu 8.04 “Hardy Heron”:

sudo wget http://www.medibuntu.org/sources.list.d/hardy.list -O /etc/apt/sources.list.d/medibuntu.list

sudo apt-get update && sudo apt-get install medibuntu-keyring && sudo apt-get update

Metodo alternativo per aggiungere repository

La maggior parte delle volte e, comunque, con la vostra esperienza che crescerà di giorno in giorno potreste ritenere molto più comodo operare come segue:

1.Aprire terminale

2. Aprire il file che contiene i nostri repository dando da terminale:

sudo gedit /etc/apt/sources.list

sudo viene usato per avere i permessi di amministratore mentre gedit ci consente di aprire il file con l’editor di testo predefinito di ubuntu, se usate un altro editor di testo potete tranquillamente cambiare il comendo “gedit” con quello che preferite.

3. Andate alla fine del file aperto e incollate i repository di vostro interesse

4. Salvate e chiudete il file

5. Adesso aggiorneremo la lista dei pacchetti con il comando:

sudo apt-get update

Ottimo adesso sapete aggiungere repository, conoscete i vari metodi. Usate quello preferite e fate in modo che questo vi serva come base per sperimentare tutto quello che vi viene in mente.

Adesso gustatevi la video guida!


Installazione Ubuntu Video Guida

settembre 29, 2008

Ho pensato di creare una Video Guida riprendendo in toto un’ installazione di Ubuntu affinchè chi decidesse di fare il grande passo possa analizzare, ancor prima di procedere all’installazione, di cosa si tratta. Conoscere ciò che ci aspetta è un’ottima cosa visto che la maggior parte degli utenti sono terrorizzati all’idea della fantomatica difficoltà di installare un Sistema Operativo nuovo e sconosciuto.
A dimostrazione che Linux è semplice e Ubuntu ancor di più guardatevi il filmato (dura poco non temete). Spero di far felice molti e, soprattutto, spero di poter traghettare fino all’altra sponda del fiume più utenti possibili.

Informazioni preliminari

Il video in questione dura 4.50 min ma in realtà un’installazione di Ubuntu su un PC di fascia media dura intorno ai 20 minuti. Ho deciso, quindi, di tagliare, eliminare dal filmato tutti i tempi morti, i classici tempi di attesa in cui l’utente non deve far nulla se non guardare lo schermo, eh eh.
L’installazione è ripresa dall’inizio fino alla fine e per farla è stato usato SunVirtualBox, RecordmyDesktop. L’OS installato è Ubuntu hardy 8.04, ho utilizzato il partizionamento manuale per sfatare anche il mito della difficoltà di partizionamento.

Passi importanti della guida

0.06 Scelta lingua di installazione, è stata scelta la lingua italiana
0.09 Scelta metodo di installazione, è stato scelto il metodo di installazione diretta senza passare dalla live
0.35 Scelta lingua di sistema, è stata scelta la lingua italiana
0.50 Scelta disposizione tastiera e prova di funzionamento
1.30 Inizio partizionamento manuale, sono state montate e create la partizione di root, la swap e la home
3.00 Inserimento informazioni personali
3.15 Inizio Installazione
4.05 Fine installazione e riavvio del Sistema, togliere il Cd quando richiesto e premere INVIO
4.15 Primo Login
4.50 Arresto del Sistema

E adesso Buona visione


BongoLinux, pronti ad imparare?

settembre 22, 2008

Con grande orgoglio annuncio che anche BongoLinux ha accettato la mia richiesta di filiazione e da figlio della grande comunità non posso che essere commosso. Un sentito grazie ad Alessio, editor di BongoLinux

Cosa è BongoLinux?

BongoLinux è un aggregatore di feed online che raccoglie notizie del mondo informatico e, più specificatamente, del mondo Open e quindi di Linux. BongoLinux è un’importantissima vetrina per i blogger emergenti e non ed è soprattutto un utile servizio per l’utente che,sottoscrivendo il loro feed, può senza tanti sforzi ricevere notizie di accertata  provenienza e veridicità. BongoLinux è raggiungibile tramite il collegamento che trovate alla vostra destra (c’è un bel banner che potrete cliccare) oppure cliccando l’indirizzo bongolinux.com.

BongoLinux e la sua classifica

Un altro importante servizio è la classifica dei blog più seguiti. Come recita lo stesso sito di BongoLinux “Il cuore del sistema di classifiche di BongoLinux è il BongoBot, un crawler in grado di analizzare i feed dei blog iscritti e catturare i link. La posizione in classifica dipende quindi dai link ricevuti.”

Va da sè pensare che la classifica è un altro modo per avere visibilità e, al contempo, suggerire all’utente, i blog di maggior successo.

Grazie BongoLinux e grazie Alessio


Comunicazione: apertura nuova pagina “Risorse Web”

settembre 20, 2008

Si comunica che Opensat ha deciso di aggiungere una nuova pagina al blog che si chiama “Risorse Web”. Questa nuova pagina vuole diventare una raccolta (molto fornita) di tutti i siti utili a chi è alle prime armi. Verranno catalogati i siti dove sono presenti guide di facile consultazione, che posseggono strumenti utili alla comprensione del mondo Linux o che forniscano informazioni utili di altro genere.

Ogni Risorsa sarà corredata da una breve descrizione. Spero che quest’altra novità possa essere utile a molti!


A “Il Bloggatore” dico grazie con tutto il cuore

settembre 18, 2008

Premessa

Ho da poco ricevuto la notizia che questo blog è stato aggiunto alla lista degli “eletti” de “Il Bloggatore”. Un sentito grazie va a Roberto e a tutto il suo staff. Questo riconosscimento ci onora e ci motiva per credere ancora di più nella nostra missione “Ubuntu è per tutti, Ubuntu è per sempre!” o in modo più Universale e Generale “Open è per tutti, Open è il futuro, Open è per sempre!” 😀

Cosa è Il Bloggatore

Il Bloggatore è un aggregatore di feed online che raccoglie notizie da molti blog che trattano argomenti informatici, Il Bloggatore offre, quindi, visibilità a noi che crediamo a questi progetti e al contempo porta avanti la sua filosofia di informazione a tuttto tondo. Gli argomenti che rientrano nell’Universo de “Il Bloggatore”, pur restando nel “sistema” informatico, spaziano su ogni “pianeta” che ci gira intorno, grafica, multimedia, curiosità, tecnologia riguardante l’emisfero WIndows, Mac, Linux. E’ chiaro che noi di Opensat orientiamo il nostro satellite verso l’emisfero Linux e, più precisamente, verso le sconfinate terre di Ubuntu.

Commenti

Speriamo che attraverso questa vetrina il nostro blog possa diventare davvero un punto di riferimento per tutti coloro che, alle prime arme, si cimentano nel mondo Linux. Il nostro blog è orientato solo ed sclusivamente all’aiuto di chi muove i primi passi incerti su Ubuntu e Linux, di chi non è comprende ancora la filosofia, di chi stenta a comprendere che l’Open è il futuro certo di un mondo informatico in conitnua evoluzione.

Ancora grazie a Roberto e a “Il Bloggatore”.